Il LEGO più cool® dell’universo – Il risultato sorprendente dell’esperimento divertente rivela un nuovo uso …


(Da sinistra) Josh Chawner e Dmitry Emeev con il LEGO®. Credito: Università di Lancaster

Per la prima volta, LEGO® è stato raffreddato alla temperatura più bassa possibile in un esperimento che rivela un nuovo uso per il giocattolo popolare.

Le sue proprietà speciali significano che potrebbe essere utile nello sviluppo dell’informatica quantistica.

Un team leader mondiale di fisici a bassissima temperatura della Lancaster University ha deciso di inserire una figura LEGO ® e quattro blocchi LEGO ® all’interno del loro frigorifero di diluizione da record.

Per la prima volta, LEGO ® è stata raffreddata alla temperatura più bassa possibile in un esperimento che rivela un nuovo uso per il giocattolo popolare. Credito: Josh Chawner

Questa macchina – appositamente realizzata presso l’Università – è il frigorifero più efficace al mondo, in grado di raggiungere 1,6 milligradi sopra lo zero assoluto (meno 273,15 gradi centigradi), che è circa 200.000 volte più freddo della temperatura ambiente e 2.000 volte più freddo rispetto allo spazio profondo.

I risultati – pubblicati sulla prestigiosa rivista Scientific Reports – sono stati sorprendenti.

Il Dr. Dmitry Emeev, che ha guidato il team di ricerca, ha dichiarato: “I nostri risultati sono significativi perché abbiamo scoperto che la disposizione di bloccaggio tra i blocchi LEGO ® fa sì che le strutture le ® LEGO si comportino come un isolante termico estremamente buono a temperature criogeniche.

“Questo è molto desiderabile per i materiali da costruzione utilizzati per la progettazione di attrezzature scientifiche future come i frigoriferi per la diluizione.”

Inventato 50 anni fa, il frigorifero di diluizione è al centro di un’industria globale multimiliardaria ed è fondamentale per il lavoro della moderna fisica sperimentale e dell’ingegneria, compreso lo sviluppo di computer quantistici.

L’uso di strutture plastiche ABS, come LEGO ®, invece dei materiali solidi attualmente in uso, significa che qualsiasi futuro isolante termico potrebbe essere prodotto a un costo significativamente ridotto.

I ricercatori dicono che il passo successivo è quello di progettare e stampare 3D un nuovo isolante termico per la prossima generazione di frigoriferi di diluizione.

Riferimento: “LEGO® Block Structures as a Sub-Kelvin Thermal Insulator” di J. M. A. Chawner, A. T. Jones, M. T. Noble, G. R. Pickett, V. Tsepelin e D. E. Scientific Reports
DOI: 10.1038/s41598-019-55616-7